Salone del Mobile Milano 2013: ad ogni stanza il suo design!

Ho impiegato un bel po’ di tempo, ma alla fine ce l’ho fatta: ho visionato per voi tutte le proposte presentate al Salone del Mobile di Milano 2013 ed ho selezionato le più interessanti per ogni stanza, così che ognuna abbia il suo “specialissimo” design!

SALOTTO

Il Salotto è sicuramente il biglietto da visita della nostra casa, in quanto è la stanza in cui accogliamo gli ospiti: dunque, qui nulla deve essere lasciato al caso, a partire dalla scelta del divano. I più scenografici sono stati proposti da “Sicis Next Art”, un marchio di cui avevamo già parlato nel nostro blog: le proposte di quest’anno s’ispirano al regno vegetale, con sedute e schienali simil-foglie. Per una casa ultra-moderna, consigliamo invece le proposte di “Leolux”, modellabili e piene di colore. Esigenze di spazio potranno poi farvi protendere per la scelta di un divano-letto: in questo caso, i migliori sono quelli proposti da “Biesse”, dalla creativa chiusura a “sandwich”.

Ogni salotto che si rispetti deve poi avere un piano d’appoggio centrale, al servizio di divani e poltrone: il più originale è stato realizzato da “21th design”, che lo ha modellato a forma di testa di Buddha e gli ha dato come cromia un bianco candido. Ma abbiamo da menzionare anche un altro “must” dello stesso marchio, perfetto per la stanza in questione: stiamo parlando dell’incredibile libreria a forma di albero, che ben si sposa con il tavolino-buddha dal punto di vista cromatico e con i divani-foglia per quanto riguarda l’ambientazione “vegetale”.

Lo spazio è ora quasi completamente arredato, manca solo qualche mensola e qualche credenza. Vediamo di provvedere! Anzitutto sceglierei il mobile in bianco e turchese di “Tumidei” per incorniciare il televisore. Per riporre gli oggetti mi affiderei invece a tre bellissime credenze: quella di “Colleccion Alexandra”, sempre bianco e con disegno vegetale; quella di “Napol”, che va a riprendere (oltre al bianco) anche il turchese del mobile per la televisione; e la mensola di “Marchetti”, con il disegno di un bellissimo ramo in fiore, ispirato allo stile giapponese.

CUCINA

Il premio di design in questo caso spetta a “Febal”, che ha realizzato una cucina rivolta ad un pubblico giovane: l’innovazione sta nella scelta di forme geometriche che giocano con colori  accesi e con superfici lucide; in questa, s’inserisce anche un tocco di tecnologia, con l’integrazione della Doc Station, ossia  un sistema di lettura di apparecchi tecnologici, quali I-Pad o Samrt-phone.
A dividerla dalla Sala da Pranzo, l’essenziale porta a vetri scorrevoli di “Lualdi”.

SALA DA PRANZO

Legno e cristallo sono i materiali più suggestivi per l’arredo di questa stanza, mentre le linee non devono conoscere via di mezzo: o dolcemente sinuose, per un ambientazione avvolgente, o estremamente squadrate, per una sala d’avanguardia. Nel primo caso, si potrà optare per i tavoli di “Tonin Casa”, improntati ad una ricerca di purezza sia nella forma che nei giochi di trasparenza, o per il bel piano in legno firmato “Bontempi”, adagiato su una base a incrocio. Nel secondo caso, la scelta obbligata è per la creazione di “Bonaldo”, ispirata al gioco cinese dello Shangai.
Per quanto riguarda le sedie, è quasi scontato che la scelta ricada su quelle a forma di rosa firmate “Danber Italia”, in assoluto l’oggetto più fotografato della Fiera.
Ad illuminare l’insieme, la pioggia di farfalle lucenti di “Ladrò”.

CAMERA DA LETTO

Vi potremo accedere attraverso la coreografica porta scorrevole di “Bertolotto”, ispirata al mondo Zen.
A dettare l’arredamento interno, il marchio “Bbelle”: letto, comodini e cassettiera candidi, con intagliato un disegno di rose e dettagli preziosi.
Per l’armadio, cedo invece al fascino della cabina vetrata con porte a soffietto di “Trepiù”: concedetelo ad un’adepta convinta al clan delle “Sex & the City victims”

CAMERETTA

Adoro letteralmente tutte le proposte presentate dalla “Bm2000″: linee essenziali e incontri cromatici alla Mondrian, esaltati dal bianco di fondo. “Se la batte” con armi differenti ma ugualmente valide il marchio “Tumidei”, con le sue ardite progettazioni di letti soprelevati e la creazione di un bellissimo armadio “per femminuccie” con disegni di abiti e scarpe stilosi sulla sua superficie.

BAGNO

Un perfetto connubio fra design e benessere è stato raggiunto dal marchio “Libeskind”, grazie alla progettazione della Jacuzzi “Flow”: questa vasca gioca sull’incontro fra due forme geometriche, in quanto parte da una base circolare ma, evolvendosi in una magnifica torsione verso l’alto, si trasforma in un top deck quadrato. Chi non trascorrerebbe lì dentro una giornata intera???

ESTERNO

Concludiamo con l’esterno! Anche qui è d’obbligo un piccolo angolo votato al relax: è questo ben garantito dal dondolo “Dedon”, dotato di un tavolinetto e di una bella manciata di cuscini bianchi, grigi e fucsia. Che tocco di colore per la nostra ipotetica veranda!


GALLERY
 

Articoli correlati:

About artutto